Stampa
Visite: 2682

La grande scommessa di Cea Bernalda e Metaponto è il turismo scolastico a Metaponto come strumento per la realizzazione di azioni di educazione ambientale e promozione del nostro territorio. Approfittando delle opportunità della iniziativa "Un viaggio per conoscere" inserita nel programma regionale EPOS, finalizzato alla conoscenza della Basilicata, Cea Bernalda e Metaponto ha proposto ai ragazzi delle scuole di Bernalda il proprio territorio, questo...sconosciuto anche per le popolazioni locali. Un rapporto fra turismo e ambiente e i suoi aspetti paradossali a Metaponto. Il turismo per esistere ha bisogno delle risorse ambientali, ma utilizzandole contestualmente le consuma; inoltre, più il settore si espande più si intensifica l’uso delle risorse che utilizza e quindi il loro consumo, più l’espansione è veloce e meno si avrà percezione dei danni che si determinano nella disponibilità e nella qualità delle risorse ambientali.

I ragazzi del Liceo Scientifico "M. Parisi" di Bernalda, attraverso questa iniziativa, hanno preso coscienza di questa problematica e conosciuto...Metaponto, questo grande laboratorio didattico o "museo diffuso" come ci piace chiamarlo. Le classi interessatebarca a vela 36 sono state la 3B, 3A e 2A, le attività sono state realizzate in due giorni. Il primo giorno si è svolta l'attività nautica con lezioni di biologia marina in barca a vela nelle acque dello Jonio da Basento fino alle coste pugliesi, iniziativa nota come "Sulla rotta dei delfini" con il responsabile Cea del settore prof. Gregorio Giannini, e le docenti accompagnatrici prof.sse Cristalla Mezzapesa e Paola Di Stasi. Secondo giorno attività di terra, con "tour archeologico" mattutino, Museo Nazionale di Metaponto, Parco archeologico di Apollo Licio, area archeologica di Pantanello, Tavole Palatine e Castello Torre Mare, con il responsabile Cea delle attività archeologiche dott.ssa Anna Alianelli e i docenti del Liceo, prof. Giuseppe Torracco e la prof.ssa Filomena Musillo. Nel pomeriggio escursioni naturalistiche nella riserva in mountain bike, guidati dal prof. Geremia Ninno e da Francesco Marsiglia, responsabile della sentieristica Cea, con l'attività nota come "da Basento a Bradano cost to cost", con visita alle bellezze e alle emergenze ambientali dell’erosione costiera proprio nei due luoghi simbolo, le foci dei due fiumi. L'escursione è proseguita con il guado del Fiume Bradano e l'approdo al "Lago Salinella", altro piatto forte delle attività scavi archeologici e pineta 10di Cea. In serata, prima del rientro, attività di inanellamento della avifauna migratrice e stanziale ad opera dell'equipe del naturalista lucano Egidio Fulco. La riuscita della manifestazione la leggiamo negli occhi dei ragazzi, per loro Metaponto non è più solo una spiaggia e quattro ruderi che stazionano lì da qualche millennio. Un sentito ringraziamento per la riuscita della manifestazione va fatta al Camping Riva dei Greci per l'ospitalità e la concessione delle bici, all'Hotel Giamperduto, alla società Ekoturist per la concessione delle barche a vela, alla azienda dei trasporti Giagni, ai Docenti ed al Dirigente Scolastico dott.ssa Anna Di Trani del Liceo Scientifico "M. Parisi" e, soprattutto ai ragazzi che hanno partecipato. Cea ha messo insieme, un unicum con le tante professionalità impegnate sul territorio nell'ambito dell’educazione ambientale, creando un pacchetto turistico sostenibile, era alla sua prima uscita, ma di grande successo. In primavera sarà la volta dell'ITCG di Bernalda, ma tante altre scuole sono interessate alla nostra proposta.