La Petra di San Giovanni (o parete) è un rudere di un castello (o monastero fortificato) presente in contrada Avenella, su un area demaniale di proprietà del Comune di Bernalda. Purtroppo il sito è in stato di totale abbandono e in prospicenza all'area archeologica (sopra?) , è stato realizzato un frutteto.
parete di san giovanni Diverse e anche confuse sono le citazioni sul sito archeologico,le nostre ricerche sul web le mettiamo a disposizione degli storici affinchè possa  essere occasione di spunto per una ricostruzione storica precisa dell'area, al fine di valorizzare e proteggere questo importante sito medioevale presente nel nostro territorio, più popoloso di Camarda fino al XIII sec. . Il nome deriva da uno tanti possessori a cui è stato ceduto il feudo, nella specie l'Ordine di San Giovanni, pare che sia il primo possedimento giovannita del Mezzogiorno. Dalle citazioni rileviamo che nel monastero fortificato era presente una chiesa dedicata appunto  a San Giovanni .

Attorno al castello con monastero annesso era allocato il Casale Avenella che nel XIII secolo era più popoloso di Camarda. Il popoloso villaggio(casale)era  sito in contrada Avinella tra Bernalda e Metaponto e fu completamente distrutto da un violento terremoto(?) o dai saraceni, dopo la sua distruzione la popolazione si spostò nei pressi della chiesa di San Donato dove fondò (o contribuì a popolare) il villaggio di Camarda.